Limagrain, HM.CLAUSE e l’Università della Florida rivelano i dettagli della loro futura partnership strategica

Un accordo che apre la via per una relazione duratura nell’ambito del capitale umano e della leadership

A sinistra Daniel Chéron, Direttore Generale di Limagrain. Al centro Jack Payne, Vicepresidente Senior del Dipartimento Agricoltura e Risorse naturali dell'UF/IFAS. A destra Matthew Johnston, Direttore Generale di HM.CLAUSE.

A sinistra Daniel Chéron, Direttore Generale di Limagrain. Al centro Jack Payne, Vicepresidente Senior del Dipartimento Agricoltura e Risorse naturali dell’UF/IFAS. A destra Matthew Johnston, Direttore Generale di HM.CLAUSE.

10 marzo 2015 – Gainsville, Florida Lunedì, l’Istituto delle Scienze Agroalimentari (UF/IFAS) dell’Università della Florida ha organizzato una conferenza stampa congiunta per approfondire i dettagli sulla sua partnership con l’azienda sementiera mondiale Limagrain e la sua Business Unit HM.CLAUSE. Alla conferenza stampa, cui hanno presenziato i rappresentanti degli organi di stampa locali, nazionali e internazionali, HM.CLAUSE e Limagrain hanno ribadito la loro volontà di sostenere il progetto “Challenge 2050” dell’università. Il progetto “Challenge 2050” è un’iniziativa inedita dell’UF/IFAS che riconosce la necessità di collaborare con organizzazioni internazionali per formare i leader di domani, con l’obiettivo di insegnare loro come soddisfare in modo sostenibile le esigenze di una popolazione mondiale in continua crescita, che si prevede raggiunga i 9,6 miliardi di individui entro il 2050. Oltre al contributo finanziario di 300.000 dollari nei prossimi cinque anni, HM.CLAUSE e Limagrain hanno annunciato il loro intento di mettere a disposizione delle risorse umane e facilitare lo scambio di conoscenze attraverso un programma di “dirigenti in residenza”. Secondo Jack Payne, Vicepresidente Senior del Dipartimento Agricoltura e Risorse naturali all’Università della Florida, i dirigenti di HM.CLAUSE e Limagrain saranno invitati a trascorrere una settimana al campus per trasmettere le loro conoscenze agli studenti e ai membri della facoltà, nonché a tenere delle conferenze come relatori esterni. Allo stesso modo gli studenti del programma saranno invitati a intraprendere degli stage con Limagrain e le sue Business Unit, inclusa HM.CLAUSE, per mettere in pratica i loro studi. “Attraverso questo mutuo scambio speriamo che i leader dell’industria, gli studenti e i membri della facoltà acquisiscano nuove conoscenze utili per il raggiungimento dei nostri obiettivi condivisi”, ha spiegato Payne.

Il Direttore Generale di HM.CLAUSE, Matthew Johnston ha ribadito il concetto affermando: “La collaborazione internazionale tra aziende, istituzioni e singoli individui è necessaria per vincere questa sfida. Nessuno può riuscirci da solo.” L’UF, Limagrain e HM.CLAUSE vedono questa partnership come una collaborazione continuativa che durerà nei prossimi anni. “Sebbene alcuni aspetti del programma necessitassero di fondi immediati, sul lungo termine i contributi continui “in natura” delle aziende come la nostra saranno molto più significativi per questa missione”, ha aggiunto Johnston.

Gli studenti che partecipano al progetto “Challenge 2050” potranno ottenere un certificato di “Leadership e Cambiamenti Globali” già da maggio 2015. Si tratta di un programma estremamente popolare che attira studenti da diverse specializzazioni, non solo dal ramo dell’agricoltura e delle scienze della vita. “La generazione attuale è la più impegnata a salvare il mondo di qualsiasi altra generazione precedente. Per questo motivo l’interesse in questo programma certificato è molto alto e continua a crescere”, ha affermato Payne. Il risultato è una tendenza verso la sostenibilità nel settore agroalimentare, necessaria se si devono nutrire sempre più persone con meno input, meno terre coltivabili e meno risorse idriche. Come Johnston fa notare: “Coinvolgere menti di diversi orizzonti del mondo accademico, come fa questo programma di certificazione, contribuisce ad apportare punti di vista differenti, ugualmente importanti e necessari.” Secondo Payne sarebbe interessante sviluppare questo programma in un vero corso di laurea e si augura che questo possa avvenire in un futuro non troppo lontano.

Per maggiori informazioni su UF/IFAS Challenge 2050, visitare

http://challenge2050.ifas.ufl.edu

Informazioni su HM.CLAUSE
HM.CLAUSE is a global vegetable seed company dedicated to meeting local needs through global diversity, and is committed to innovation inspired by worldwide partnerships in the scientific, industrial, and commercial fields. An innovative company whose core business is plant breeding, HM.CLAUSE specializes in the development, production, and sales of vegetable seeds worldwide. In 2008, Harris Moran Seed Company (USA) and Clause (France) were grouped together under the HM.CLAUSE Business Unit of Limagrain. HM.CLAUSE generated €257 million in annual sales in 2013 and employs more than 2,200 people full-time located in over 30 countries around the world. Its investments in research and breeding represent 15% of annual sales. The organization coordinates breeding for 25 species and has more than 350 people actively engaged in research and development activities. HM.CLAUSE is a Business Unit of Limagrain, an international agricultural co-operative group, specializing in field seeds, vegetable seeds and cereal products. Founded and managed by French farmers, Limagrain is the 4th largest seed company in the world, and the only leading seed company that is not also a chemical company.

Contatto media:
Sierra Scott
Media Specialist, AMPA Region
HM.CLAUSE, Inc.
sierra.scott@hmclause.com
(O) 530-747-3741
(M) 530-304-0033
@hmclause_pr

http://www.prweb.com/releases/2015/03/prweb12573835.htm